THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES

giovedì 30 ottobre 2008

Across The Qliphoth


Da brava nerd sono qui, davanti al portatile, e mangiando una pizza rifletto. Ultimamente ho notato una cosa. Nella fantasy, come nel metal, ascoltatori/lettori si stanno stancando della solita solfa. Provate ad andare in un metal forum, e a presentarvi dicendo "uè ciao raga so' metallaro, ascolto iron maiden, metallica, slipknot..ci ho il metallo nelle vene!" . Linciaggio assicurato, e a ragione. Un po' come le ragazzine che fanno dichiarazioni tipo "I libri della troisi sn bellissimi lei si ke sa scrivere e Nihal è miticixima, Sennar è fiko!". Qui vi forniamo anche il lanciafiamme.
A ben pensarci però Metallica e iron Maiden qualcosa di carino l'hanno prodotto la Troisi no..
Musica e fantasy non sempre sono paragonabili, perchè la musica arriva a un livello sensoriale diverso da quello intellettuale dei libri. Però i meccanismi commerciali non variano.
C'è qualcosa che è un insulto totale al buonsenso e al buongusto ma potrebbe farci vendere mille mila milioni di euro sebbene oggettivamente di pessima qualità? Bene, lo pubblichiamo!
Chiaramente non sempre è così, possono esserci band relativamente famose che continuano a produrre album eccellenti, vedi Behemoth, band che al di là della fama producono qualcosa comunque di accettabile (pur se peggiore ai loro lavori precedenti), vedi Dimmu Borgir ( sto rischiando il linciaggio), o band che farebbero meglio a ritirarsi, vedi Metallica.
I giudizi rimangono comunque strettamente personali.
Ma tornando al fantasy, autori come la Troisi hanno successo perchè..perchè..boh. Sono di immediata comprensione. Sono facili. Scorrono via. Non invitano alla riflessione, alla ricerca.
Aperta parentesi: anche i film comici, o quelli di bassa lega/d'azione e puro spettacolo allora scorrono via bene. A parte che vi si possono trarre riflessioni anche da quelli ( avete presente gli stupidissimi "vacanze di natale inserire-data-a-piacere"? Sono un ottimo specchio della società dell'anno a cui fanno riferimento.. Non per questo li andrei a vedere al cinema, eh.).Ma questi film nessuno te li presenta come capolavori culturali, a differenza di certi libri della stessa lega.
Un cinema, anche se aumentato, costerà sempre meno di un libro di quel tipo. E lo puoi scaricare e in due ore vederlo. Per i libri ci vuole tempo ( e anche se si possono scaricare, non amo leggere libri a schermo).
L'immediata comprensione forse è un danno? A volte mando frammenti del mio libro, se richiesti, e non tutto viene compreso, magari perchè si tratta solo di un frammento e loro non hanno letto tutte le 2, o 20, o 200 pagine prima. A volte semplicemente non amo svelare tutto.
O lo scrivo in modo diverso, più complesso. Il fascino che proviamo verso qualcosa che non comprendiamo del tutto è ciò che ci fa andare avanti in una lettura, è ciò che amiamo delle cose...
Vi lascio con questa splendida, meravigliosa canzone dei Funeral Mist. O almeno il suo testo.P.S: I Carmina sono in revisione totale, stiamo lavorando per voi! Onde evitare problemi con l'incipit, sono passata alla seconda parte..la prima sarà trattata in seguito.


Across The Qliphoth

Across the qlipha burst and break
Descend into formation ye inverted
Creack and shatter what lieth ye ahead
Pour forth as blind madness to bind the flesh

Piece by piece, come ye forth
Ye angels of ecstasy/demons of revelation
To unmask the innermost face of the world unuttered
To reveal the harloty of JHVH

Across the qliphoth, seek ever higher
Ascend from formation, ye wicked
Sweep and swirl through all seven planes
And enter the highest triade

Piece by piece, come thou forth
Thou slithering worm of duality, divine whore
For said thou not; "I am the Alpha and the Omega"?
And are these not the words of a passionate serpent?

Through the crust, penetrate
Swarm ye as insects into the all-mind
And inspire its sun to shine upon a day, when God and Judas are united

I am thy Anubis, open for thy rebirth in flesh
So uphold firmly through me the renewal of all in one quint
Pentamaximus... The holiest of morals, ye pestilence of existence
Summon for the binding of all... to kill the self of God

Across the qliphoth, incarnate
Manifest into being, ye blessed
Corrupt and scatter what lieth ye ahead
Pour forth to unite us with death
Denepo-re eb ot reven... delaes si elcric ehT

Through the crust, penetrate
Swarm ye as insects into the all-mind
And inspire its sun to shine upon a day, when God and Judas are united...
And together crucified



3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, sono Quesse.
Finalmente riesco anch'io a leggere i tuoi scritti. Brava ragazza O_O sono ammirata. Era tanto che volevo lasciarti un commento ed eccolo qua.

E vorrei dirti alcune cose: ho capito che i consigli sono utili, ma ho letto di gente che dice di riscrivere tutto, rifare parti, cancellare, tagliare, modificare...oh!!Calma!!

A parer mio, a fare tutte ste cose ti ritrovi a perdere il tocco personale ed il tono..ti ritrovi uniformata a questi autori che citi e non approvi (vedi Troisi).

Per scrivere bisogna:

o avere un talento innato (non mi vedo Calvino a studiare da un manuale di scrittura e modificare Le Città Invisibili perchè non da manuale)

o sapersi vendere e quindi essere commerciali, semplici e facili da comprendere con storie per cerebrolesi (vedi Moccia o come dici tu Troisi)

Quindi, segui i consigli ok...ma non perdere il lato di scrittrice che ti rende unica.
Se hai talento chi di dovere ti saprà riconoscere (non aspettarti che ti riconosca in un blog).

Un abbraccio e in bocca al lupo
QS

DelemnO ha detto...

Ma ciao QS! Non mi aspettavo un tuo commento ( scommetto che c'è lo zampino di Sir) ma mi fa piacere :)
E mi fa piacere che ti piacciano le mie opere :) comunque stai tranquilla, non intendo riscrivere tutto il romanzo...ci sono alcune cose che non intendo togliere mai, perchè fondamentali per la storia in sè. Qui ognuno può esprimere la propria opinione, e come è libero di farlo io sono libera di trarne ciò che mi interessa. Posso dire "uh, effettivamente qui è poco chiaro", come " non lo toglierò manco morta", chiaramente dipende. Adesso come adesso sto solo modificando principalmente duelli e battaglie per renderli ancora più realistici.Dato che avevo scritto un racconto in questa maniera e era piaciuto ( ero arrivata seconda, se vuoi ti passo il racconto su msn ), vorrei applicare questa modalità anche ai Carmina, tutto qua. Non cambierà certo l'essenza dell'opera, prometto :)
Un abbraccio anche da parte mia!

Anonimo ha detto...

Ciao.
Volevo semplicemente complimentarmi con te per la tua spiccata sensibilità, sia letteraria che musicale, ormai troppo rara nei nostri coetanei.

Colgo l'occasione per postare una provocazione sul concetto di commercializzazione da te illustrato con questa precisazione: "Chiaramente non sempre è così, possono esserci band relativamente famose che continuano a produrre album eccellenti, vedi Behemoth".

Beh, se da un lato mi sento di darti ragione, dall'altro non posso negare che un paragone tra un disco come Sventevith e The Apostasy risulti pur sempre impietoso. Spesso i grandi budget e l'interesse mediatico portano complessi leggendari a trasformarsi in ridicoli simulacri del proprio passato (vedi i Behemoth come gli stessi Dimmu, o i Satyricon piuttosto che i Gorgoroth...).

La stessa cosa accade in ambito letterario: se anche il livello "tecnico"/artistico può rimanere alto (caso dei soli Behemoth nella lista precedente), l'alchimia e l'unicità che caratterizzano il prodotto sincero e originale risultano irrecuperabili a distanza di tempo.

Chiedo venia per questo messaggio-fiume e per la quantità di idiozie che probabilmente contiene, ma non credo lo rileggerò. Ah, mi dimenticavo di rinnovarti i miei più sentiti complimenti ed auguri per la prosecuzione del tuo lavoro.

Che il fato possa esserti propizio
Impetus